Porti: un masterplan per la portualità calabrese

di mar Commenta

E’ stato presentato nei giorni scorsi il ‘Masterplan per lo sviluppo della portualità calabrese’: il progetto nasce su iniziativa del Presidente della Regione Scopelliti, con l’obiettivo di programmare interventi di potenziamento e ammodernamento delle infrastrutture già esistenti e in fase di realizzazione lungo le coste calabresi.

Attraverso il Masterplan verranno individuate le infrastrutture più idonee riguardanti porti, sistemi di trasporto, aree di waterfronts e territori circostanti: in questo modo si punta a migliorare la qualità della vita e la mobilità delle persone e dei flussi turistici sulla costa, cercando di sfruttare le potenzialità di sviluppo di un settore che, se efficacemente sfruttato, può offrire rilevanti opportunità soprattutto sotto il profilo occupazionale.

I porti calabresi sono diffusi su 740 chilometri di costa, sia sul versante tirrenico che su quello jonico, con varie funzioni e dimensioni: a mancare sembra essere una strategia complessiva, che faccia rientrare ogni infrastruttura in un sistema organico ed efficiente, che svolga efficacemente il proprio ruolo nel rilancio dell’economia regionale, attraverso un sistema che colleghi saldamente le infrastrutture costiere all’entroterra.

Nel presentare il progetto, il Presidente Scopelliti ne ha sottolineato l’ambiziosità e le difficoltà di attuazione; tra gli obbiettivi principali vi è anche quello che riguarda il settore turistico, con l’aumento dei posti barca al fine da portare la Calabria al pari delle regioni più attezzate.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’Assessore regionale all’Urbanistica Pietro Aiello, sottolineando che con questo progetto si punta anche a far conoscere maggiormente la regione nel suo complesso a chi vi arriverà via mare e dalla Vicepresidente Antonella Stasi, che ha sottolineato come questo sia il primo piano complessivo riguardante il sistema dei porti realizzato in Calabria, affermando che i porti vengono intesi come ‘porte d’accesso’ verso il nostro territorio, grazie alle quali si potranno scoprire le tante bellezze del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>