Grande attesa per la tappa portoghese del Circuito Audi MedCup 2009

di Redazione 209 views0

Spread the love

È tutto pronto a Portimao, sulla costa portoghese dell’Algarve, per la terza visita delle TP52 Series dell’Audi MedCup Circuit, cui si affiancheranno le ‘debuttanti’ e attesissime imbarcazioni della GP42 Series.

Le regate inizieranno tra una settimana e, sia i promotori e organizzatori locali di Lagos Sports, sia il management del Circuito Audi, lavorano alacremente per far sì che la ‘tappa’ portoghese sia ancora una volta un successo memorabile.

Dal 2007, infatti, Portimao si è confermata una sede eccellente, sia in mare sia a terra, grazie alle condizioni meteo ideali e alle infrastrutture che ‘abbracciano’ l’Audi Med Cup Village – sul fiume Arade.

Il quarto dei cinque eventi che compongono il Circuito Audi MedCup 2009, attirerà l’ultima fascia stagionale di turisti, alla ricerca di spiagge poco affollate, di un clima caldo ma non torrido, e di un servizio sempre attento e puntuale tipico dei tanti ristoranti, bar e locali di Portimao che hanno fatto, del Trofeo del Portogallo, una delle regate più attese della stagione.

La regata di allenamento delle TP52 Series si svolgerà martedì 18 agosto, mentre i vincitori del Trofeo del Portogallo per le TP52 Series e per le GP42 Series saranno premiati alla fine dell’evento, domenica 23 agosto. Come per ogni evento del Circuito Audi MedCup, anche a Portimao saranno organizzate attività collaterali per il pubblico, compresi giochi e simulatori, l’Audi MedCup Expo e la possibilità di seguire le regate dal vivo con commento in diretta.

Dopo la vittoria del Trofeo di Marsiglia e del Trofeo Regione Autonoma della Sardegna, il team attualmente in testa nelle TP52 Series è quello di Emirates Team New Zealand (NZL). Per quanto riguarda la Classe dei GP42, invece, è Islas Canarias Puerto Calero (ESP) a guidare la classifica.

Grant Dalton – uomo all’albero e CEO di Emirates Team New Zealand – ci spiega la tattica per Portimao:

“Basta sbagliare qualche regata per vedere il nostro vantaggio evaporare: molte barche. Matador (ARG) e Artemis (SWE) in particolare – sono assolutamente in grado di batterci e quindi bisogna stare molto attenti”.

“Non cambieremo niente in barca per Portimao. La maggior parte degli scafi dell’Audi MedCup, NZL 30 inclusa – è adesso perfettamente rodata e conta solo come si naviga”.

“Lavoriamo per mantenere la nostra posizione in cartellone e per migliorare costantemente. Questo è l’atteggiamento standard, ma per ETNZ è la ‘summa’ di tutto il nostro approccio al Circuito”.

Il team portoghese Bigamist spera moltissimo di vincere la regata nelle acque di ‘casa’ ma lo skipper Afonso Domingos, ‘fresco’ di mondiale Star (12ª posizione), mette in guardia: “Vorremmo tanto vincere il Trofeo del Portogallo, ma i numeri non ci aiutano: per riuscirci, dovremmo fare un lavoro straordinario e attenderci errori da parte degli avversari. Il nostro obiettivo principale è quello di tenere il livello raggiunto sino ad oggi e cercare di vincere qualche regata”.

Ma anche tra i cinque team della GP42 Series sarà battaglia sino alla fine: Roma 2 (ITA) di Fillipo Faruffini farà di tutto per tornare alla leadership, dopo che l’assenza del timoniere Paolo Cian all’ultimo evento, ha ‘permesso’ ai team avversari di guadagnare pericolosamente terreno.

È il caso, appunto, del team di Daniel Calero, Islas Canarias Puerto Calero (ESP), oggi in testa, anche se non si è trattato di un colpo di fortuna, ma di un ‘sorpasso’ altamente meritato. Ci attendiamo sorprese anche da Airis (ITA) il team di Roberto Monti con Vasco Vascotto a fianco del timoniere Cameron Appleton molto aggressivo con arie leggere. Anche Turismo Madrid è considerata ‘imbattibile’ con brezza leggera, mentre Caser Endesa non intende mollare terreno.