Rio 36 Art, yacht sportivo full optional

di Redazione 573 views0

Spread the love

RIO YACHTS ha recentemente presentato il RIO 36 ART, new entry da 11.14 x 3.65. Un modello sportivo, aggressivo e full optional. Coerentemente con la filosofia del cantiere, che si è posto l’obbiettivo di realizzare per ciascuna taglia uno scafo ai vertici della categoria, RIO YACHTS lancia queste due imbarcazioni che, uniche rispetto ai concorrenti, sono dotate di una serie di esclusivi accessori, accorgimenti e soprattutto spazi adatti ad un clientela esigente, che realmente “naviga” e, forte dell’esperienza maturata con altri scafi, sa gustare l’alto livello qualitativo e le soluzioni stilistiche d’autore.
La nuova proposta incrementa “in bellezza” la linea “ART” e “AIR”: “motoscafoni” open abitabili, ben equipaggiati ed accoglienti, i quali nella seconda versione godono di hard top che trasforma lo scafo da coupè a cabrio con l’intervento di un semplice tasto.

La ricerca estetica assegna alla barca il visual proprio di imbarcazioni più grandi: linea sportiva, spazi aperti e vivibili, ampio pozzetto sgombro con tavolo a comando idraulico e chaise longue, doppio posto guida, un cruscotto completo ma leggero ed essenziale, plancetta ampia. Un’imbarcazione studiata su misura per il nostro Mediterraneo. Unica anche negli interni: è la sola nella categoria in cui le due cabine armatoriali godono di un bagno ciascuna; la dinette è ariosa e comoda con pavimento in legno, e il divano in pelle si trasforma comodamente in terzo letto ( 4+2 ).
La televisione è girevole e risponde a tutte le esigenze tra la dinette e la cabina armatoriale di poppa. Le cucine sono due, una interna ed una esterna.
Non si è lesinato neppure sui motori. Prestazioni ai vertici per uno scafo morbido e sicuro. Le due imbarcazioni sono proposte con un equipaggiamento di serie con CUMMINS entrofuoribordo common rail QSD 4.2 ES 320 ( 2 x 320 HP) su piede Bravo 3.
E novità nella novità, RIO YACHTS offre la possibilità di equipaggiare le due barche con Axius, ultima frontiera della tecnologia che grazie ad un joystick sul cruscotto rende facile e sicuro l’ormeggio anche per chi non naviga per professione. Associato ad Axius anche “skyhuke”, un “fermo nave” che consente di gestire l’imbarcazione con una sola persona a bordo, leveraggio elettronico, autopilota e vessel view.
Tra pochi mesi arriverà anche il RIO 36 AIR, gemella eterozigote, che prevede, in sostituzione al roll-bar un hard top a scorrimento elettrico che arriva fino a poppa per proteggere la zona pranzo quando serve: soluzioni unica e distintiva.

www.rioyachts.net