Italia in crescita nel settore nautico americano

di Valentina Cervelli Commenta

L’Italia si sta facendo valere nel mercato nautico americano: a quanto pare la passione per il made in Italy, già molto forte oltreoceano, sta conquistando anche un settore dove l’America è forte di suo.

Un buon periodo per quel che riguarda l’industria italiana nautica, così come conferma Luca Paolazzi, direttore del centro studi Confindustria, a margine del convegno di Ucina-Satec sulla crescita del settore nautico:

Negli Stati Uniti, che sono il primo mercato per i prodotti “Belli e ben fatti italian”, trademark usato per definire uno dei settori del Made in Italy, in generale ma soprattutto per la nautica, consideriamo 1,5 miliardi di esportazioni di nautica in Usa contro 1,9 di esportazioni complessive della nautica italiana. Ci sono spazi di ulteriore crescita sia perché è possibile aumentare le quote in una serie di stati federati in cui la nautica italiana è meno presente. E si tratta di una possibilità di crescita di altri 560milioni oltre quelli già previsti.

Quello americano è in qualche modo un mercato emergente sul quale l’Italia, che è considerata tra le eccellenze, può ampliare la sua presa. Rappresenta in qualche modo una sfida per il futuro da cogliere a piene mani per poter vendere ed esportare la nostra tecnologia non solo per ciò che riguarda gli yacht ma anche per i servizi ad essi collegati. Il fatto che il settore sia cresciuto dall’anno scorso del 18%, può essere una buona base per superare le divisioni occorse nel tempo e riportare l’intero comparto ai fasti del passato senza lo “spezzettamento” attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>