Team New Zealand lascia senza speranze Luna Rossa

di Redazione Commenta

Il mare sorride ancora una volta a Team New Zealand, che ha il primo match point di questa finale di Vuitton Cup. Una finale ampiamente dominata dai neozelandesi. Ancora una volta alla partenza la barca neozelandese si sceglie la posizione che preferisce per mirare alla boa, quella che pare essere strategica nella logica di questa regata in cui i sorpassi (almeno per il momento) sembrano difficilissimi.

Luna Rossa si allontana dai kiwi (non essendo riuscito a bloccarli) in una giornata di sole pieno e di vento molto vicino al limite di 23 nodi, quindi le condizioni ideali per la barca di Max Sirena.

Partenza

L’equipaggio italiano sembra a suo agio con tanta aria anche se deve sempre inseguire: 4” alla prima boa 26” alla seconda, ma per buona parte della regata le ‘tenute’ dei due catamarani sono diverse (soprattutto nel lato di bolina), anche se la barca kiwi è sempre davanti a gestire l’incontro.

Ci prova Francesco Bruni con la tattica a tenere i due avversari in contatto, ma Team New Zealand è sempre in controllo della situazione, con un vantaggio ridotto rispetto a quello degli altri giorni, ma sempre di sicurezza. Max Sirena e i suoi non vogliono arrendersi, ma la differenza rimane lampante.

Domenica capiremo se il team neozelandese sfrutterà il match point e conquisterà la sua terza Vuitton Cup.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>