Artemis Racing chiede spiegazioni su Luna Rossa

di Redazione Commenta

Spread the love


A conclusione della prima giornata di regate dell’AC World Series di San Diego, il team svedese di Artemis Racing ha dato l’annuncio di aver presentato alla Giuria dell’America’s Cup una richiesta formale  per avere chiarimenti circa l’annunciata collaborazione tra Luna Rossa e i Emirates Team New Zealand. In buona sostanza, Artemis Racing guidato dallo skipper Paul Cayard vuole sapere se questo accordo è ammissibile con il Protocollo della 34ma America’s Cup.

Artemis Racing ha diramato un comunicato stampa in cui si chiede all’organizzazione di pronunciarsi sull’accordo tra Luna Rossa e i Kiwi:

Il Challenger of Record, Artemis Racing, sailing team del Kungliga Svenska Segel Sällskapet, ha presentato alla Giuria una richiesta di interprestazione del Protocollo della 34ma America’s Cup relativamente all’annunciata collaborazione tra Emirates Team New Zealand e Luna Rossa Challenge 2013. Artemis Racing crede che sia nell’interesse di tutti i team capire se tutti i termini dell’accordo siano ammissibili prima che le parti facciano importanti investimenti. Il Kungliga Svenska Segel Sällskapet e Artemis Racing sono felici dell’ingresso di Luna Rossa Challenge 2013 e sono impazienti di confrotarsi tra le boe con il team italiano.

Luna Rossa Challenge 2013 e il sindacato Emirates Team New Zealand hanno firmato un accordo di collaborazione fino al 31 Dicembre 2012 che comprende il totale accesso alla progettazione e ai dati delle prestazioni di Emirates Team New Zealand in questo periodo.

Gli scafi dell’ AC 72’ Luna Rossa saranno costruiti in Italia e tutti gli altri componenti verranno costruiti in Nuova Zelanda in stretta collaborazione con Emirates Team New Zealand. Nel 2012 il programma del team Luna Rossa prevede l’apertura di una base ad Auckland, in Nuova Zelanda, per gli allenamenti congiunti, la partecipazione a tutti gli eventi del circuito America’s Cup World Series (ACWS) con i catamarani ad ala rigida classe AC 45’ e il varo del catamarano ad ala rigida AC 72’ che parteciperà all’America’s Cup.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>