Pedagogia nautica: a Messina il progetto “Educar per mare”

di Redazione Commenta

Spread the love

La pedagogia nautica sta facendo passi da gigante in questi ultimi tempi e un modello da prendere ad esempio è sicuramente quello del Centro Regionale Helen Keller, il quale fa capo all’Unione Italiana Ciechi di Messina: è proprio nella città siciliana che si è deciso di proporre ai non vedenti e agli ipovedenti una occasione unica, un contatto speciale con il mare, così da potenziare i sensi e l’orientamento a bordo di una imbarcazione e in un ambiente completamente acquatico. Fondamentale in tal senso è il contributo offerto da una onlus, i Tetrogonauti, i quali stanno seguendo questa strada da almeno sette anni. Si tratta del progetto denominato “Educar per mare”, una esperienza fondamentale di crescita e di contatto con una risorsa così preziosa come può essere il mare.

L’edizione del 2011 è cominciata ormai da diversi giorni, visto che il debutto è avvenuto a fine giugno a Civitavecchia, mentre il “trasferimento” a Messina risale allo scorso 1° luglio. Come è strutturato l’intero programma? In pratica, vengono offerti dei corsi a bordo di barche con otto soggetti ciechi o ipovedenti, con dei turni prestabiliti: l’alleato fedele è un veliero, il Lady Lauren, il quale sta ospitando adulti, ma anche bambini, visto che sono state coinvolte anche fasce di età che arrivano fino agli otto anni. Gli esperti del centro sono a disposizione per ogni spiegazione e insegnamento, la loro formazione professionale e nautica è di primo ordine.

Inoltre, lo scenario prescelto per quest’anno è quello delle Isole Eolie, non distanti ovviamente dalla Sicilia. Il nome di Helen Keller è associato alle prime esperienze nautiche nella storia come vero e proprio superamento delle difficoltà da parte di chi non ha la stessa fortuna di tutti, a causa di disabilità visive e motorie. La socialità è fondamentale, questi soggetti si sentono importanti grazie a emozioni e avventure simili e un apposito diario di bordo sta già raccogliendo le impressioni personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>