Palos de la Frontera: l’epopea di Colombo è ancora attuale

di Redazione 1.928 views0

Spread the love

Partimmo venerdì 3 agosto dalla barra di Saltes, tenendo fino al tramonto una forte virazione verso sud per circa quindici leghe, sulla rotta conosciuta per le isole: abbiamo lasciato il porto con molti viveri, gran numero di marinai e l’ispirazione della Santissima Trinità. Sono queste le parole che Cristoforo Colombo annota nel proprio diario il 3 agosto del 1492, il giorno in cui le sue celebri caravelle, la Niña, la Pinta e la Santa Maria, partono dalla città spagnola di Palos per scoprire una nuova rotta per le Indie. In realtà, quasi due mesi e mezzo dopo Colombo approdò sulle coste delle Bahamas, scoprendo, ma non lo seppe mai in vita, un nuovo continente. Che cosa rappresenta oggi Palos?

Il famoso porticciolo di Palos de la Frontera è oggi completamente insabbiato, ma si tratta pur sempre di un luogo che attrae numerosa gente, un vero e proprio perno del turismo nautico internazionale. L’impresa viene ricordata dai nomi dei marinai che parteciparono a quella straordinaria epopea, i quali sono incisi su un monolito a poca distanza da una chiesa. Tra l’altro, non bisogna nemmeno dimenticare che ben sessanta di quei novanta marinai erano originari proprio di Palos, mentre altri provenivano dalla vicina Huelva. Qui, tutto ricorda l’impresa di Colombo, perfino la cosiddetta “Fontanilla”, la fontana da cui l’equipaggio fece scorta d’acqua prima della fatidica partenza.

I turisti possono anche ammirare l’antico imbarcadero, attualmente un cimitero a cielo aperto di barche, il luogo da cui, secondo la leggenda, partì anche questa famosa spedizione. Per farsi poi un’idea di cosa volesse dire viaggiare nel XV secolo, basta recarsi nella già citata Huelva: in questo porto, infatti, sono presenti delle caravelle che risalgono a quel periodo, in tutto e per tutto simili alle caravelle di Colombo, un altro modo per fare uno splendido tuffo nella storia nautica più affascinante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>