Campionato Invernale a Marina di Capitana – Trofeo Regione Autonoma della Sardegna

di Redazione 258 views0

Spread the love

Marina di Capitana, 20 dicembre 2009. A dar credito alle previsioni, la domenica cagliaritana prometteva brutto tempo. Ma la flotta del Campionato Invernale di Capitana Trofeo Regione Autonoma della Sardegna CFadda Cup organizzato dallo Yacht Club Quartu Sant’Elena con la collaborazione della Scuola Italia in Vela ha preferito dar retta alla propria passione. A Marina di Capitana sono arrivati di buon mattino sessanta degli ottanta iscritti e sono stati premiati: la quarta giornata è andata a buon fine, anche se in formato ridotto. Dopo aver spazzato le nuvole, il maestrale infatti l’ha fatta sempre più da padrone: dai 15 nodi di metà mattina è più che raddoppiato, costringendo il comitato di regata presieduto da Anna Maria Bonomo a dichiarare conclusa la manche, quando J24, Gran Crociera e Vele Bianche avevano disputato appena una prova. Più fortunati i Melges 24, in mare al gran completo, autori di due regate.
Come anticipato alla vigilia della prova, la flotta è stata suddivisa in due campi di regata. Uno per le classi più tecniche, Melges 24 e J24, l’altro per Gran Crociera e Vele Bianche. Una scelta che ha permesso di accelerare le procedure di partenza e di snellire il traffico alle boe, e che potrà essere adottata anche in futuro.

I risultati di oggi hanno fatto saltare la leadership di Melges 24 e Gran Crociera sotto i 10 metri, ed evidenziato un sempre maggiore equilibrio nelle altre categorie, dove gli inseguitori hanno colto piazzamenti importanti e accorciato la distanza dalla vetta.

Melges 24. E’ stata la giornata di SIV Arborea. Lorenzo Gemini e compagni hanno fatto fruttare l’intesa costruita in due anni di allenamenti e regate con l’en plein e il primato in classifica, a danno di Vis Lampogas di Ferdinando Guareschi, portata da Antonello Ciabatti, comunque distante un solo punto dopo i due terzi posti odierni.
Giornata positiva e regolare anche per SIV CFadda, timonata da Roberto Cuboni: con due secondi posti, è sempre più saldo in terza posizione.

J24. Ornella all’attacco…torra di Laura de Luisa resta al vertice dei diciannove (oggi quindici in mare) J24, ma perde il duello contro J Pandolfa dell’Ultragas Sailing Team. Nell’unica prova a bastone, i due sono partiti ravvicinati. Prima alla boa di bolina, Ornella all’attacco…torra si è vista superare all’issata di spinnaker, senza più riuscire a riprendere Davide Gorgerino ed equipaggio. Tra i due la battaglia continua in classifica generale, dove li separano due punti. Terzo posto di giornata per Paco del capoflotta Vito Pace, malgrado le due collisioni con il Melges 24 Bajana durante la prima bolina e il J24 SIV CFadda condotto da Luca Mereu, nell’ultima poppa. Terza posizione, in questo caso nella graduatoria di flotta, per Libarium di Roberto Dessy.

Gran Crociera. E’ sempre più serrato, nella divisione inferiore ai 10 metri, il testa a testa tra Cral Saras dell’omonima associazione e Losna. Il First 325 di Giuseppe Fanni si è ripreso il primato, vincendo l’unica regata davanti ad Haloa Haloa e Restless. Solo quarto Cral Saras, che resta in corsa con due punti da recuperare. Terza Baba Yaga di Davide Manca, oggi settima nonostante la perdita del timone.
E’ battaglia anche nella divisione sopra i 10 metri. Se il tempo compensato ha premiato ancora una volta Elixir di Gianni Marchetti, il campo e il tempo reale hanno sancito la bella prova di Caesar di Luciano Dubois, timonato per l’occasione da Roberto Pardini. Conserva il terzo posto To’ Come Giro di Salvatore Plaisant.

Vele Bianche. Nelle due divisioni che regatano con il solo ausilio di randa e fiocco, i due leader hanno sofferto, concedendo tuttavia agli avversari solo vittorie parziali. Sotto i 10 metri è stato il turno dello Show 32 Kalliste di Sergio Carta, ora secondo dietro Maithena di Antonio Basilio Todde e con minimo vantaggio su Lyra di Antonio Delogu, altro protagonista della mini flotta.
Nel raggruppamento sopra i 10 metri,Tinky Winky 2° di Enrico Napoleone ha ottimizzato il terzo posto di giornata, ma l’unica regata ha premiato Zuben di Franco Ricci, che schiera i ragazzi dell’associazione onlus Il Gabbiano impegnata nel recupero di ragazzi con disagio mentale. Resta terzo El Loco Rapido.

A compensare le temperature rigide, al rientro in porto sole e pasta e fagioli, offerta ai regatanti insieme agli auguri di Buone Feste e all’appuntamento al 17 gennaio, data della quinta giornata.