Si è chiusa sabato la Maxi Yacht Rolex Cup

di Redazione Commenta

Spread the love

Hanno regatato per cinque giorni dimostrando di avere tutte le capacità tattiche per cui sono famosi. Gli oltre 40 maxi yacht che hanno preso parte alla ventesima edizione della Maxi Yacht Rolex Cup hanno disputato sabato l’ultima giornata di regate, confermando in buona parte i risultati della settimana. In testa alla classifica overall della divisione Mini Maxi Racing gruppo 00, impegnata sabato in una prova a bastone, è prima Ran dell’armatore svedese Niklas Zennstrom, seguita dai neozelandesi di Alfa Romeo e Luna Rossa, dell’italiano Patrizio Bertelli. Tra le quattro imbarcazioni di questa divisione che aderiscono alla regola Owners Driver, per cui è prevista la presenza al timone dell’armatore, ha vinto Alfa Romeo, a cui va pertanto l’orologio Rolex. Il campione 2009 della divisione Wally è invece Y3K, seguito da Open Season del tedesco Tomas Bscher e Magic Carpet 2 di Linsday Owen Jones. Tra i Mini Maxi Racing/Cruising Whisper, dell’irlandese Michael Cotter, ha avuto la meglio sugli inglesi di Aegir e su Grande Orazio di Massimiliano Florio, mentre per i Racing/Cruising stravince Roma-Aniene. La squadra del Circolo canottieri Roma Aniene si conferma protagonista indiscusso della sua divisione per tutta la settimana, seguito da DSK di Danilo Salsi e Sagamore Enigma. Va invece a Beau Geste, tattico Francesco De Angelis, il premio speciale per la divisione combinata Racing/ Racing Cruising. Dopo ben 5 vittorie su 5 Velsheda si conferma invece regina della categoria Cruising Spirt of Tradition, dominando la classifica davanti a Visione, del tedesco Hasso Platter e agli inglesi di Hamilton II.

A portare a casa il miglior risultato in tempo corretto della prova a bastone disputata dai Mini Maxi Racing 00 è Ran, con alle spalle gli inglesi di Jethou e Rosebud/DYT, dell’armatore amercicano Roger Sturgeon.

La regata costiera che ha impegnato le restanti divisioni prevedeva un percorso di circa 35 miglia marine che parte di fronte al porto in direzione delI’Isola dei Monaci. Da qui la flotta ha virato verso sud costeggiando il versante est di Caprera fino ad attraversare lo stretto di mare tra la terra ferma e le isole di Santo Stefano e La Maddalena. Lasciata Spargi a sinistra, hanno proseguito la navigazione tra Santa Maria e l’Isola Piana, dirigendosi infine verso l’arrivo e tagliando il traguardo di fronte all’imboccatura dell’approdo naturale di Porto Cervo. Sabato il vento ha soffiato da nord nord est con una velocità compresa tra gli 8 e i 10 nodi.

Il miglior risultato della prova costiera di sabato della categoria Wally lo ha portato a casa Y3K, tallonato da Open Season e Magic Carpet 2. Tra i Mini Maxi Racing/Cruising ha vinto Whisper, seguito da due team italiani, Idea e Grande Orazio. Nella divisione Racing Cruising ha prevalso il neo nato team di Roma- Aniene, con DSK e Sagamore Enigma in seconda e terza posizione. Anche la prova odierna della categoria Cruising Spirt of Tradition ha visto la supremazia di Velsheda, seguita da Saudade di Albert Buell e Wally 130, del monegasco Luca Bassani.

I campioni del 2009 sono stai premiati in Piazza Azzurra alla presenza di Sua Altezza l’Aga Khan e Bruno Meyer, Presidente della Rolex. Intervenuto sul palco anche il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Rocco Crimi.