Barking Mad è il nuovo Campione del Mondo Farr 40

di Redazione Commenta

Spread the love

Porto Cervo, 27 giugno 2009. Si è concluso a Porto Cervo il dodicesimo Rolex Farr 40 World Championship, evento che ha visto partecipi venticinque equipaggi in rappresentanza di ben dieci nazioni diverse.
Dopo tre anni consecutivi in cui Mascalzone Latino ha dominato la scena mondiale Farr 40, il titolo di Campione del Mondo 2009 è andato all’imbarcazione americana Barking Mad.
Il vento di Maestrale è stato protagonista durante tutta la settimana di regate organizzate dallo Yacht Club Costa Smeralda, sodalizio che conta tra i propri soci anche Vincenzo Onorato.
I Mascalzoni, dopo aver conquistato la seconda posizione nel primo giorno di regate, sono scesi dal podio a causa di alcuni errori in partenza e di due risultati non troppo brillanti (tredicesimi) nella giornata di venerdì. Per il vertice della classifica i giochi sono rimasti aperti fino all’ultimo, Barking Mad, dimostrando capacità e costanza nei piazzamenti è rimasta in testa dall’inizio del Campionato, a seguire, in lotta fino all’ultima prova, si è classificata Nerone di Massimo Mezzaroma con Vasco Vascotto alla tattica. La medaglia di bronzo è andata a Joe Fly, penalizzata da una distrazione nella partenza della sesta prova, che le ha causato un diciannovesimo posto, utile a gonfiare fin troppo il totale dei punti valevoli alla sfida per il primo in classifica.

Vincendo il titolo 2009, Barking Mad con Terry Hutchinson alla tattica ha raggiunto Mascalzone Latino nella somma dei titoli conquistati. Da oggi, anche per gli americani, sono tre le medaglie d’oro mondiali vinte nella classe Farr 40. Ad Onorato rimane il primato di tre vittorie consecutive: Newport 2006, Copenaghen 2007 e Miami 2008.
L’equipaggio di Mascalzone Latino è composto da Vincenzo Onorato al timone, Adrian Stead alla tattica, Matteo Savelli e Andrea Ballico (trimmer), Davide Scarpa (prodiere), Gerry Mitchell (randa), Tim Burnell (navigatore), Marco Cornacchia (drizze), Adriano Figone (albero) e Roberta de Paoli Ambrosi (jolly).