Vitelli parla del mercato nautico a La Stampa

di Redazione Commenta

Il gruppo Azimut-Benetti potrebbe presto uscire da Ucina e quindi non essere presente nemmeno al prossimo Salone Nautico. Il gruppo stesso avrebbe interessi sul porto d’Imperia ma Vitelli parla della crisi della nautica e ci va giù duro.

La nautica, in questo momento, ha dovuto fare i conti non solo con la crisi economica del settore ma anche con una rinuncia importante: il patron dei Baglietto e Cerri, Beniamino Gavio, ha deciso di lasciare l’Ucina dopo che all’interno dell’unione erano nati dei malumori. Il neopresidente dell’Ucina Massimo Perotti, ha garantito che con la sua gestione sarà garantita la continuità con il passato e questo ha fatto arricciare il naso anche a Paolo Vitelli.

Vitelli è il presidente e fondatore di Azimut-Benetti ed è anche parlamentare, per cui potremmo considerarlo a pieno titolo il numero uno di Ucina. In merito all’Unione, al made in Italy e ai porti, Vitelli dice di non avere alcun interesse sulla Fiera di Genova, di essere più interessato al porto d’Imperia che era stato voluto dall’ex ministro Scajola ed oggi è bloccato per dare seguito ad inchieste e sequestri.

A Vitelli hanno chiesto qualcosa sul crollo del mercato italiano della nautica e lui ha risposto che il nostro mercato ha sofferto più di tutti gli altri perché da sette anni cerca di fronteggiare la recessione. Non si può certo dare la colpa alla crisi ma occorre rendersi conto che non è stata fatta alcuna opera di lobbying. Il consiglio è quello di parlare alle persone giuste – e Vitelli da parlamentare sa quanto sia importante – con l’interlocutore corretto, vale a dire l’Ucina.

Siccome la mancanza è proprio da attribuire all’Ucina, allora ci potrebbero essere gli estremi per prendere le distanze da questa situazione e avviare una crisi più profonda. Forse proprio da queste ceneri potrebbe rinascere il settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>