Spread the love


Uno stallo di vento ha indotto il comitato di regata dello Yacht Club Costa Smeralda ad annullare la prevista Audi Island Long Race, regata che solitamente si spinge fino all’isola corsa di Lavezzi, per poi ridiscendere nelle acque antistanti Porto Cervo. Ma sarà certo la bassa pressione in avvicinamento a sollecitare fin da domani il vento, e a fare dunque proseguire fino al 14 settembre il programma della Rolex Swan Cup 2008. Cento barche in gara, figlie del celebre cantiere finlandese Nautor’Swan, di cui dal 1998 è Presidente Leonardo Ferragamo.

Due ad oggi le giornate di competizione in mare, con regate a bastone bolina-poppa e percorsi costieri attribuiti diversamente in base alle classi istituite. La nutrita flotta è infatti divisa in quattro classi: Classic (scafi sotto i 18 metri), Maxi (scafi superiori ai 18 metri), Club Swan 42 e Swan 45. La classifica provvisoria overall per i 30 Maxi – che corrono con sistema di racing IRC – dopo due regate costiere vede al primo posto lo Swan 80 delle British Virgin Island Favonius (nella foto), in seconda posizione lo Swan 601 inglese Spirit of Jethou seguito dallo Swan 601 australiano Ginger.

Per i 35 scafi della classe Classic vige il sistema di rating NSR (Nautor’s Swan Rating) che al termine delle due regate costiere ha decretato la guida della classifica provvisoria overall a favore dello Swan 48 inglese Zen, cui è secondo lo Swan 47 italiano Dream seguito dallo Swan 56 spagnolo Clem. Ventidue scafi corrono nella classe One Design Swan 45, che nell’ambito della Rolex Swan Cup disputa anche la Swan 45 Gold Cup 2008, valida come Campionato del Mondo. La classifica overall al termine delle cinque prove su percorso a bastone con risultati in tempo reale vede al comando i tedeschi di Earlybird, seguiti dagli italiani di Ulika e dagli italiani Vertigo.

La Classe Club Swan 42 con otto barche iscritte ha disputato quattro prove sullo stesso bastone bolina-poppa. L’italiana Kora 4 è in prima posizione nella classifica overall; gli segue la statunitense Interlodge ed è terza Cuordileone timonata dal suo armatore Leonardo Ferragamo. La giornata a terra è stata tuttavia intensa e significativa per armatori, velisti ed estimatori delle barche di casa Nautor’s Swan. Open day dedicato alla visita degli Swan durante la quale si è potuta ammirare in banchina l’intera gamma. I nuovissimi Swan 66 FD e 66 S varati a giugno scorso, e poi Club Swan 42, Swan 45, Swan 53, Swan 75, Swan 82 S, Swan 90.

Nautor’s, che ha compiuto 42 anni e che dal 1966 ad oggi ha varato oltre duemilacento Swan, ha generato nel tempo una vera e propria community di armatori e velisti: il Clubswan accomuna migliaia di armatori in tutto il mondo che condividono canoni estetici e tecnici, stilistici e sportivi, oltre un preciso spirito di navigare e vivere il mare. Per la giornata di domani il meteo prevede un’intensificazione per i venti del primo e secondo quadrante. Alle 10.00 è prevista la partenza per tutte le classi della regata Audi Island Long Race. Tra gli eventi organizzati a terra, domani sera cena di gala offerta da Rolex a tutti gli armatori Nautor’s Swan al Colonna Pevero Hotel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>