Barche a motore, alcuni consigli per l’utilizzo

di mar Commenta

Vacanze sulle barche a motorePresentiamo una serie di consigli, orientati ai naviganti novelli, che magari da poco hanno una barca a motore e ancora devono imparare le regole e leggi in vigore in mare.

Innanzitutto, tutte le persone sulla barca devono essere consapevoli di queste norme, per far in grado di reagire correttamente in caso di necessità. Altrimenti, succede il caso della famiglia in vacanze, dove soltanto il padre è ben informato, mentre il resto della famiglia ha pochissime nozioni sulla nautica: questo può essere pericoloso al momento di qualche eventualità.

Il primo punto riguarda la patente nautica. È importante sapere che la legge non impone la patente nautica a chi impiega il natante da diporto sotto i 40 cv. Quindi, tutti possono navigare in mare con una barca a motore, sempre che lo si faccia a poca distanza dalla costa.

La priorità prima di partire è avere sufficiente carburante e una buona quantità di acqua potabile. Sembra banale, ma chi non è abituato alla navigazione può dimenticarli e poi trovarsi in disagio.

Un altro punto importante riguarda la sicurezza: tutta la dotazione nautica per la sicurezza (giubbotti, salvagente anulare, razzi di emergenza, sassola, ecc.) deve essere presente sulla barca, e in numero sufficiente. Se fosse possibile disporre di una radio, altrimenti di un cellulare per eventuali chiamate di ausilio.

Un minimo di segnalazioni si devono imparare; una boa importante da riconoscere è di colore rosso con una barra diagonale bianca e una bandierina in cima: rappresenta la presenza di un sub in attività.

Non è una buona idea ancorare vicino ad altri imbarcazioni, né passare navigando in prossimità di barche già ancorate perché potrebbe dare fastidio a chi si trova a bordo. Se si vuole avvicinare alla costa, si devono usare i corridoi di lancio (una serie di boe rosse o arancioni, che vengono disposte perpendicolarmente alla costa).

È possibile che alcuni consigli sembrino scontati, ma si sono registrati innumerevoli casi di persone rimaste in mare senza carburante né cellulare, e a volte disidratati. Quindi, se si vuole godere di una buona navigazione, è meglio fare attenzione a questi suggerimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>