America’s Cup Healthy Ocean Project

di Redazione Commenta

Spread the love

Alcuni tra gli scienziati più illustri impegnati nel settore della salvaguardia degli Oceani, nella ricerca e nella sostenibilità ambientale si sono riuniti a San Francisco per lanciare un progetto molto importante che coinvolge la Coppa America di vela.

L’America’s Cup Healthy Ocean Project, l’iniziativa globale avviata nell’ambito della 34ma Coppa America per educare le popolazioni del mondo sui problemi che affliggono i nostri Oceani e ispirare un’azione mirata in loro supporto.

La dottoressa Sylvia Earle, oceanografa, Explorer-in-Residence presso il National Geographic e ambasciatore globale dell’AC Healthy Ocean Project, ha dichiarato:

Come scienziato ed esploratore oceanografico ho speso migliaia di ore sopra, e soprattutto, sotto il mare. Ho personalmente assistito ad un periodo di scoperte senza precedenti. Solo mezzo secolo fa, infatti, sembrava che il mare fosse troppo vasto, troppo resistente per essere influenzato dalle nostre azioni. Ora invece sappiamo che le barriere coralline, le foreste di kelp, le paludi costiere, numerose specie di pesci e una vasta parte della fauna oceanica stanno pesantemente risentendo delle nostre azioni. E sono apparse diverse zone morte. L’ossigeno prodotto dal plancton è in netta diminuzione. L’Oceano è nei guai, e questo significa che siamo noi siamo nei guai.

Gigi Brisson, fondatore di OceanElders, ha aggiunto:

La situazione è ormai così grave che stiamo alterando la chimica degli Oceani, con impatti significativi sulla vita marina e sul funzionamento degli ecosistemi marini. Gli ecosistemi stanno collassando: le specie sono spinte verso l’estinzione e degli habitat naturali vengono distrutti. Ogni singolo fattore di stress che abbiamo attivato sul mare – come la pesca eccessiva e l’inquinamento – hanno contribuito a far peggiorare la sua salute.

Dan Pingaro, CEO di Sailors for the Sea, ha dichiarato:

Il continuo sfruttamento degli Oceani mina la stabilità degli habitat costieri e della vita marina più in generale. Una volta considerati inesauribili e resistenti, gli Oceani sono una realtà fragile. Siamo convinti che tramite la passione profonda che lega i diportisti al mare e tramite la comprensione dei problemi che affliggono gli Oceani, si possa trovare la strada per sensibilizzare la comunità internazionale. L’impegno di ACEA verso il nostro programma Clean Regatta sarà determinante per trasformarlo in un faro per i naviganti e per le associazioni nautiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>