Mondiali di vela: primi atleti stranieri nelle acque australiane

di Redazione Commenta

I primi atleti di nazionalità straniera stanno giungendo a Fremantle, in Australia, per cominciare gli allenamenti nelle acque locali e prepararsi adeguatamente ai Campionati Mondiali di Vela Isaf di Perth: si tratta di quattro giapponesi che gareggeranno nella classe 470 e che stanno già tentando di abituarsi alle condizioni climatiche, molto variabili da queste parti, beneficiando degli spazi nautici messi a disposizione dal Fremantle Sailing Club. Si tratta, nello specifico, dello skipper Ai Kondo e del suo secondo Wakako Tabata, le quali prenderanno parte alle competizioni femminili e che sono già riuscite a conquistare la medaglia d’oro nel corso del Test Olimpico del Weymouth and Portland International Regatta di agosto, dunque si può parlare ragionevolmente di serie candidate al trionfo finale.

Ovviamente è giunto in territorio australiano anche il coach del team nipponico, Kazunori Komatsu, il quale prese parte nel 1997 al Whitbread Round The World Yacht Race. I Mondiali rivestono un fascino e un’importanza speciale per questo come per moltissimi altri sport, c’è quindi ottimismo per quel che concerne un primo posto che impreziosirebbe gli annali della vela. Ci sono molti altri velisti agguerriti per Perth 2011, soprattutto bisogna considerare che parteciperanno ben 850 imbarcazioni in rappresentanza di ottanta paesi diversi: il programma delle gare si svolgerà esattamente tra i prossimi 3 e 18 dicembre.

Alcuni atleti ritorneranno comunque in Giappone il prossimo 8 ottobre, in modo da poter competere in alcune regate locali, ma saranno comunque nuovamente nella nazione oceaniana a novembre, quando vi sarà la Sail Melbourne, prima tappa della Isaf Sailing World Cup Series. In quest’ultimo caso, occorre rimarcare come saranno presenti 470 atleti che percorreranno il tragitto previsto, da Nullabor fino a Melbourne appunto, per un totale di ben settemila chilometri; il resto dei velisti giungerà invece a Perth anche a ridosso delle gare mondiali, soprattutto i più esperti che conoscono alla perfezione queste acque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>