La giornata più calda di tutta la settimana, una lunga attesa in mare, quasi 4 ore, nella speranza che entri l’embat, ma così non è stato. Alle 15.35 Maria Torrijo, Presidente del Comitato di Regata, ha dovuto annullare le ultime due regate della 14° Regata Breitling. Con la meritata vittoria di Quantum Racing (USA) di Doug Devos (USA) e Fred Howe (USA) si chiude così il quarto evento del Circuito Audi MedCup 2008. Quantum Racing si era già aggiudicato l’evento precedente, il Trofeo Audi Regione Autonoma della Sardegna, dimostrando di essere uno dei papabili team per la vittoria finale.

Qui a Portals, con tre primi, 5 secondi ed un undicesimo posto quale peggior risultato ha letteralmente annientato gli avversari. E’ l’unico progetto di quarta generazione dello studio Botin & Carkeek, l’unico della flotta invelato dalla Veleria Quantum, dalla quale prende ovviamente il nome il team, un timoniere, Terry Hutchinson (USA) che nell’ambiente è ritenuto uno dei migliori tattici del mondo, ma in pochi sapevano che fosse anche un ottimo timoniere.

6,2 i punti di vantaggio di Quantum Racing (USA) su Bribon (ESP) nella classifica generale del Circuito Audi MedCup 2008 alla vigilia della Regata Breitling, 30 i punti di vantaggio alla fine dell’evento, non più su Bribon bensì sul vincitore del Circuito dell’anno scorso, Artemis (SWE) di Torbjorn Tornqvist.

Palma di Maiorca porta bene a Matador (ESP) di Alberto Roemmers che proprio qui l’anno passato si era aggiudicato la Coppa del Re. Quest’anno, se non fosse stato per il brutto risultato nella regata costiera, due volte nono, avrebbe potuto lottare per la vittoria finale. Il secondo posto conseguito è comunque di gran lunga il miglior risultato di questo team nella stagione 2008. Sarà stato l’arrivo di Francesco Bruni (ITA) alla tattica?

Ora si guarda avanti, si pensa già alla stagione 2009, ma le decisioni importanti, in particolare la costruzione di una barca nuova, verranno prese nelle prossime settimane. Ritorna a regatare tra i primi, dopo la brutta prestazione di Cagliari, Platoon powered by Team Germany (GER) con al timone il Maestro Jochen Schuemann (GER), che chiude in terza posizione.

Il team capitanato da Riccardo Simoneschi (ITA) lascia Portals, ma non Palma di Maiorca visto che la prossima settimana prenderà parte alla 27esima Coppa del Re, con un ottavo posto che vuol dire molto, soprattutto per il morale. A parte la prima giornata, disastrosa, il team di Simoneschi ha fatto vedere delle buone cose, un altro team rispetto ai tre eventi precedenti.
Mutua Madrileña (CHI) con Vasco Vascotto (ITA) tattico e Flavio Favini (ITA) al timone, non fosse stato per la giornata nera di ieri, avrebbe potuto lottare per un posto sul podio. Qui a Puerto Portals gli è sfuggito per la carenza di qualche ingrediente, ma come a Cagliari anche in questa occasione ha dimostrato di essere pronto ad ottenere un gran risultato.

Dichiarazioni
Terry Hutchinson, skipper e timoniere di Quantum Racing: “Stiamo cominciando a passare le Alpi! Il fatto di aver vinto due eventi consecutivamente è stato molto importante, ma teniamo comunque sempre rispetto dei nostri avversari, e un vantaggio di 30 punti nella generale del Circuito non è sufficiente ora, e non lo sarà finché non terminerà la stagione. Quindi continuiamo a rimanere concentrati, guardare avanti e non dietro, continuando a migliorare la nostra barca per ottenere sempre buoni risultati. Se alla fine qualcuno ci batterà saremo consapevoli di aver fatto il meglio possibile e ovviamente lo stesso avranno fatto loro”.

Francesco Bruni, tattico di Matador: “Abbiamo raggiunto l’obbiettivo che ci eravamo prefissi: secondi nella Regata Breitling e superare il Platoon nella generale del Circuito Audi MedCup. L’armatore è molto contento, sta già pensando alla prossima stagione, ma ancora non siamo sicuri di fare una barca nuova per il 2009. Questa, assieme al Bribon, è una delle poche barche di 3° generazione nelle prime posizioni della classifica, è molto veloce e siamo indecisi sul da farsi. Aspetteremo che vengano verbalizzate le decisioni prese nel meeting degli armatori di ieri, che riteniamo essere buone, e poi decideremo. Per impegni presi precedentemente non prenderò parte alla tappa di Cartagena, sarò sostituito da Therry Peponnet, mentre rientrerò per l’ultimo evento di Portimao. E’ stata una grande settimana, se non fosse stato per il brutto risultato nella costiera avremmo potuto lottare con Quantum per la prima posizione. Per il futuro dobbiamo cercare di migliorare le prestazioni nella regata costiera, che non sono il nostro forte”.

Vasco Vascotto, tattico e skipper di Mutua Madrileña: “Il rendimento non è stato sempre in linea con le nostre potenzialità, abbiamo navigato bene, eccezion fatta per ieri, dove siamo incappati in una giornata mediocre. La barca ha quasi raggiunto la piena maturità e dobbiamo sfruttare al massimo le sue potenzialità. Non c”è sosta, vogliamo far bene alla Coppa del Re perché abbiamo dimostrato di essere al livello dei primi.”

Classifica Finale:
1° Quantum Racing USA (11,2,2,8,2,2,1,1,2,1, 32)
2° Matador ARG (3,1,3, 9, 7, 1,9,9,1,3, 46)
3° Platoon powered by Team Germany GER (7,4,6,7,6,6,2,2,7,5, 52)
4° Artemis SWE (4,11,5,5,10,3,3,3,8,2, 54)
5° Mean Machine MON (1,5,1, 2,1,7,15,14,14,6, 66)
6° Mutua Madrileña ESP (2,12,8, 4,5,5,7,5,10,10, 68)
7° Bribón ESP (5,10,4,1,11,12,12,6,9,4, 74)
8° Audi Q8 ITA (15,7,15,3,8,4,13,10,3,13, 91)
9° Rusal Synergy RUS (12,3,13,13,14,9,5,4,12,7,92)
10° El Desafio ESP (14,13,14,6,3,14,6,11,4,9,94)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>