La Regata dei Cetacei 2010

di Redazione Commenta

Venerdì 5 febbraio 2010 presso la direzione generale di Legambiente in Via Salaria 403 a Roma alle 11.30 sarà presentato il programma della 7a edizione de “La Regata dei Cetacei 2010 navigare tra delfini e balene” .

L’evento che lo scorso anno ha visto partecipare 135 imbarcazioni e vincere il CANTAKEROUS dell’armatrice Germana Tognella, nel 2010 per la prima volta parlerà 3 lingue, dati i nuovi partecipanti e sarà suddiviso in più fasi:

– Act1 con partenza venerdi’ 9 aprile sul percorso Viareggio – Isola del Tino – Giraglia – Viareggio, vedrà navigare le imbarcazioni per 150 miglia all’interno del “Santuario dei Cetacei”
– Act1 Delfini Alfa con partenza sabato 10 aprile alle 10.00 sul percorso Viareggio-Pisa-Livorno-Viareggio per le imbarcazioni che percorreranno 36 miglia
– Act1 Delfini Beta per i meno esperti che partiranno insieme agli Alfa sempre alle 10.00 ma con una rotta più breve la Viareggio-Pisa-Viareggio di 25 miglia

– Domenica 11 aprile partiranno assieme per la rotta Viareggio-Forte dei Marmi-Viareggio lunga 12miglia sia i Delfini Alfa che i Delfini Beta sullo stesso percorso di 12 miglia

L’Act3 invece partirà il 21 maggio (Rotta delle Balene su percorso Viareggio – Isola di Capraia).

Il percorso di regata abbraccerà la costa tirrenica e per la maggior parte, si svolgerà all’interno del Santuario dei Cetacei (Pelagos), il triangolo marino Corso-Liguro-Provenzale che mostra la più alta concentrazione di cetacei tra tutti i mari italiani e probabilmente rappresenta la zona più ricca, dal punto di vista della fauna, dell’intero Mediterraneo. L’area, istituita nel 2000, misura circa 100.000 Km2 comprende le acque tra Tolone (costa francese), Capo Falcone (Sardegna occidentale), Capo Ferro (Sardegna orientale) e Fosso Chiarone (Toscana).
La Regata dei Cetacei si propone come uno dei più appassionanti e coinvolgenti appuntamenti italiani per vivere il mare secondo le regole del mare, avvicinare i giovani e i giovanissimi alle tematiche ambientali e fare capire loro quanto sia importante il rispetto di questo delicato ecosistema. “È importante a questo punto- ha aggiunto in proposito Silvio Nuti, biologo marino rappresentante del Ce.Tu.S – migliorare la sinergia dell’azione del singolo dal basso ma anche e soprattutto dall’alto, dal sistema politico, per fare squadra in proiezione di un futuro migliore per il mare”

“La volontà dell’Onu di stabilire nel 2010 l’Anno internazionale della biodiversità – ha dichiarato in proposito Sebastiano Venneri, vicepresidente di Legambiente – sottolinea e da risalto agli intenti di questa manifestazione che da sempre ha il pregio di coniugare l’attività di ricerca scientifica sui cetacei con la salvaguardia e la sensibilizzazione ad una maggiore coscienza naturalistica dell’ambiente marino. Il presunto rinvenimento nel novembre scorso – ha aggiunto Venneri – di un container dal contenuto potenzialmente pericoloso nel cuore del Santuario dei Cetacei e scoperto solo grazie alla denuncia di Legambiente e degli ambientalisti del battello “Thales”, rafforza la convinzione che oggi più che mai sia necessario promuovere ed intensificare iniziative come la Regata che comportano la tutela, il presidio e il rispetto di aree destinate alla conservazione di specie oggi ad alto rischio di estinzione “.

La Regata dei Cetacei navigare tra delfini e balene ideata dal Presidente del Circolo Vela Mare di Viareggio Andrea Parenti nel 2004, in collaborazione con Giovanni Soldini e Fabrizio Tellarini, è finalizzata a sostenere progetti ambientali, a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salvaguardia ambientale marina e ad avvicinare i giovani alla bellezza dei nostri mari. Quest’anno verrà dedicata ad Ettore Pallotta, scomparso in mare la scorsa estate, che ha fatto tutte le rotte di tutte le edizioni fin dalla prima nel 2004.

Anche il concorso per le scuole “Il santuario dei cetacei, rappresenta la vita di delfini e balene” solitamente abbinato alla Regata quest’anno parla 3 lingue, ed è per la prima volta aperto a tutte le scuole europee sul Sito Internet www.laregatadeicetacei.net sono a disposizione in Italiano, Inglese e Francese le modalità di partecipazione. Gli studenti vincitori avranno la possibilità di trascorrere delle giornate in barca a vela per avvistare i cetacei in compagnia di biologi marini del CE.TU.S, il centro di ricerche sui cetacei di Viareggio.

Il concorso invita, anche quest’anno, gli studenti a mettersi alla prova su questo tema attraverso lavori figurativi quali poster, disegni, collage e cartapesta, che saranno esposti in varie mostre nei giorni delle regate e giudicati da un comitato d’onore formato da rappresentanti delle istituzioni e giornalisti. Ai vincitori verrà dato in premio la partecipazione al progetto didattico CETUS, con una giornata di avvistamento di delfini o balene in compagnia dei biologi marini del CE.TU.S.