Beppe Grillo odia (ancora) i velisti?

di Redazione Commenta

Uno stile di vita. Beppe Grillo: comico, portavoce del M5S, blogger e personaggio chiave delle ultime elezioni politiche, è anche un uomo di mare. Genovese doc, instancabile nuotatore e (a quanto pare) titolare di yacht a motore (per giunta inquinante), si è conquistato l’antipatia di molti velisti per un post datato giugno 2005 per un”antilirica” che vi riproponiamo dopo il salto, insieme al link del”anatema” di Matteo Renzi Destinazione Capo Horn.


» Destinazione Capo Horn: e se Matteo Renzi si sbagliasse?

Odio i velisti, come ti guardano con disprezzo sei hai una barca a motore.

Odio i velisti atletici, abbronzati, magri.

Odio il loro stile di vita, come si vestono, le loro scarpe di Prada.

Odio quando sbarcano in 8 o 10 e bevono birra al pub parlando di fantomatiche tempeste.

Odio il loro “amore” per la natura e per il vento: il 90% di loro va sempre a motore e quando c’è vento stanno sempre in porto.

Odio le traversate alle 5 del mattino, la vela scuola di vita e l’importante non è arrivare ma il viaggio.

Odio i velisti quando si gonfia il fiocco, la randa, lo spinnaker, il genoa. Li odio quando cazzano, lascano la bolina, l’albero in carbonio.

Odio le regate a Porto Cervo, le serate di gala, gli sponsor scritti sulle vele (i peggiori).

Odio le trasmissioni tv e soprattutto i giornalisti-velisti sportivi.

Odio i navigatori solitari, con il cellulare satellitare gps e radar giapponese, al contrario dei piu grandi navigatori della storia (ad esempio i fratelli Amoretti, figli di uno dei piu grandi navigatori solitari, che hanno attraversato l’oceano su una macchina senza motore riempita di polistirolo, senza telefono e vele).

La vela è diventata qualche cosa di diverso. E’ un videogioco, non è più avventura o sport. Ecco perchè oggi i campioni del mondo sono gli Svizzeri.

Non prendiamo posizione, soprattutto non ne facciamo una questione politica, ma ci piacerebbe sapere la vostra opinione in merito. Da parte nostra solo un appunto e una domanda: è coerente generalizzare sulla vela e non osteggiare l’America’s Cup World Series che ha Napoli ha chiesto un royalty di quattro milioni di euro e sono un catamarano ne costa otto?

» America’s Cup World Series Napoli, dal 16 al 21 aprile 2013

Via | Beppegrillo.it

Photo Credits | © Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>