Porti: Trieste si rilancia nel settore crociere

di Redazione Commenta

Spread the love

Il Porto di Trieste ha recentemente offerto un’ottima prova del ruolo che può potenzialmente svolgere nel settore crocieristico: negli ultimi tempi sono state infatti ben quattro le navi passeggeri dirottate da Venezia e condotte nel porto triestino, oltretutto con poco preavviso.

Tali eventi hanno riportato alla luce la vocazione crocieristica del porto: sull’argomento, lo scorso 25 novembre, è stato organizzato un workshop dal titolo “Trieste Porto Blu”, presso la Stazione Marittima della città.

Fulcro dell’incontro è stato il confronto tra Trieste Terminal Crociere e la locale Autorità Portuale con varie istituzioni e operatori, concentrando l’attenzione sui temi dell’impatto economico e ambientale della corocieristica; nel corso dell’evento è stato fatto il punto sulle potenzialità del porto ed è stata presentata l’iniziativa Porto Blu, che dovrebbe costituire la carca vincente che Trieste potrà giocarsi con i propri competitors.

Porto Blu è un progetto concentrato sulla sostenibilità e la sicurezza delle attività portate avanti nel porto, orientate alla tutela ambientale, nel quadro di un’offerta turistica che dal mare prosegua sulla terra ferma, sfruttando il patrimonio artistico, culturale, naturalistico ed enogastronomico della città.

Parlando di Porto Blu, il Presidente di Trieste Terminal Passeggeri, Gianfranco Gerini ha affermato che si è uno dei progetti mirati a fare di Trieste un caso del tutto originale e pensiamo di successo, anche attraverso l’offerta di pacchetti di crociere eco-compatibili; Marina Manossi, presidente dell’Autorità Portuale, ha affermato che è necessario recuperare il tempo perso e innescare, anche attraverso le crociere, quella positiva reazione a catena destinata ad avere ricadute sull’intera progettualità del porto e quindi anche della città.

Il Workshop si è articolato inizialmente una tavola rotonda sul tema ‘La crocieristica come motore di crescita del territorio’, mentre nella seconda parte ci si è concentrati sul tema della sostenibilità, con particolare riguardo al risparmio energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>