Isole Vergini Britanniche, nuova flottiglia per gli sport acquatici

di Redazione Commenta

Spread the love

Il Board Turistico delle Isole Vergini Britanniche ha annunciato ufficialmente una nuova flottiglia per gli sport acquatici: questo viaggio durerà circa una settimana, dal 9 al 16 dicembre prossimi, con una tappa inaugurale che prenderà il via da una delle isole principali, Tortola, per poi esplorare gran parte delle terre sconosciute. Occorre ricordare che si sta parlando di un territorio d’oltremare che appartiene al Regno Unito e che fa parte di un più vasto arcipelago, quello delle Isole Vergini, nel Mar delle Antille. In pratica, tutti i partecipanti al tour in questione avranno la possibilità di cimentarsi con gli sport nautici più in voga, come ad esempio la vela, il windsurf, il kayak, ma anche lo snorkeling ed altre attività molto interessanti e che non mancheranno di destare attenzione.

Spesso queste stesse isole vengono anche definite come la “capitale mondiale della vela”, dunque in questa occasione tentano anche di giustificare un appellativo tanto importante. In effetti, si tratta della destinazione più adatta per viaggi simili, visto che i passeggeri-partecipanti possono sfruttare una vasta gamma di esperienze da isola ad isola, il tutto impreziosito dalle condizioni climatiche privilegiate per chi intende praticare questi sport specifici. In aggiunta, c’è anche da considerare che si potrà beneficiare dei nuovi e rinnovati catamarani messi a disposizione dalla compagnia americana Sunsail; alcuni esempi possono rendere l’idea di questa offerta turistico nautica, quali i tuffi presso il famoso Wreck of the Rhone e le regate di yacht che sono previste nell’isola di Virgin Gorda, una gamma in grado di soddisfare molti “palati”.

Tra l’altro, il pacchetto in questione è aperto sia alle coppie che ai gruppi, così come ai singoli velisti; ogni dettaglio, poi, viene fornito dallo stesso board territoriale, una organizzazione del governo locale che è responsabile per la promozione delle Isole Vergini Britanniche da diversi punti di vista, non soltanto quello turistico come si potrebbe immaginare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>