Gargano-Tremiti, si pensa a una metropolitana del mare

di Redazione Commenta

Il turismo nautico è fatto soprattutto di progetti ambiziosi e avveniristici: uno dei più interessanti è senza dubbio quello promosso dal Consiglio Regionale della Puglia, visto che si tratta di una “metropolitana marittima” in grado di collegare i porti del Gargano con le Isole Tremiti. Le opportunità per il settore sarebbero davvero importanti, anche se il finanziamento di ben 300mila euro non ha ancora allettato nessuno, rendendo inutile la gara bandita dall’amministrazione provinciale. I due comuni maggiormente coinvolti in questo senso sono quelli di Rodi Garganico e di Manfredonia, gli interlocutori privilegiati del progetto; la proposta di Navigazione Libera del Golfo srl, società marittima campana, è stata molto chiara, visto che ha riguardato un servizio da porre in essere ogni tre settimane, fino al prossimo 13 settembre e negli ultimi tre giorni della settimana, vale a dire quelli in cui solitamente si possono registrare i maggiori afflussi di persone.

Le Isole Tremiti sono ovviamente molto gettonate e il fatto che lo spostamento verso questa zona richieda costi abbastanza alti per quel che concerne il carburante è stato un altro dei motivi che ha spinto a pensare alla metropolitana in questione. L’iniziativa, però, non beneficerà di alcun tipo di sperimentazione, uno dei presupporti necessari per il collegamento tra i centri presi in esame.

Per ottenere una rotta quotidiana, poi, sarebbero determinanti altri fondi, ma contro l’apertura sette giorni su sette si è scagliato chi ha pensato che i turisti siano davvero pochi di lunedì e di martedì. Resta però il fatto che il turismo nautico va rivitalizzato e sostenuto proprio con piani del genere, il tutto senza dimenticare che le strutture a cui dar vita non devono essere inutili e difficilmente sostenibili dal punto di vista finanziario; questa metropolitana non ha l’aria di un qualcosa di estemporaneo e inutile, occorre trovare dei punti di incontro tra i promotori e coloro che hanno storto il naso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>