Audi Sailing Series di Scarlino: Brontolo al secondo posto

di Redazione Commenta

Spread the love

Tre giorni di regate nella meravigliosa cornice delle Coste Etrusche hanno permesso lo svolgimento della seconda tappa dell’Audi Melges 32 Sailing Series. Una tappa molta attesa dopo la prima che si è svolta a Napoli per valutare i reali valori di questa flotta internazionale. Alla fine della regata partenopea erano evidenti chi erano i vincitori e chi i vinti ed a distanza di un mese molti di questi ruoli si sono invertiti.

Mascalzone, Samba Pa Ti e B-Lin, il podio di Napoli, non sono riusciti a confermarsi anzi sono rimasti lontani dalle posizioni che contano e così c’è stata la rivincita di altri team italiani e statunitensi. Tra questi il Melges 32 Brontolo Helly Hansen, armato e timonato da Filippo Pacinotti, è stato senz’altro uno dei principali protagonisti. Già da Venerdì piazzandosi due volte quarto aveva dimostrato che il “Wake Up” tanto atteso era una realtà, il terzo del Sabato ed altri due ottimi piazzamenti di ieri hanno fatto il resto.

Alla fine della tappa, i due fratelli Cassinari, menti pensanti del Team, hanno portato il Brontolo Sailing Squadron al secondo posto generale distanziati di un solo punto dal vincitore Armonia Audi di Alessio Marinelli e davanti al team americano di Argo con alla tattica il quotatissimo neozelandese Cameron Appleton ed a Norda Torpyone di Edoardo Lupi e Davide Pessina.
Grande suspence nella prova finale dove ai primi tre passaggi sulle boe, Brontolo HH, transitava prima quinto, poi terzo ed infine primo, conducendo momentaneamente la classifica generale ma un errore in manovra nell’ultima issata di gennaker ed un gran recupero di Audi facevano sì che i meritati festeggiamenti del Brontolo Sailing Squadron, formato da Nicholas Dal Ferro, Marco Laurino, Paolo Cordiglia, Roberta De Paoli, Enrico Menno e Simone Spangaro, si trasformassero in un boccone amaro da digerire.

Il prossimo appuntamento sarà tra poco più di un mese a Porto Cervo per l’Audi Invitational, manifestazione che lo scorso anno aveva visto vittorioso proprio il Melges 32 Brontolo Helly Hansen. I nani dovevano e volevano svegliarsi e ci son riusciti ma ora li aspetta la prova più difficile: confermarsi ai vertici. Well done!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>