Biondina Nera: partita la sfida per il record Dakar/Guadalupa

di Redazione Commenta

Spread the love

Con Matteo Miceli alla barra, visto che ieri mattina – come sottolineava Tullio Picciolini – era carico di adrenalina e si stava “timonando addosso”, Biondina Nera ha attraversato alle 9:32 GMT la linea di partenza di Dakar per il suo tentativo di record di traversata atlantica su un catamarano di 20 piedi (6 metri) non abitabile.
Con lui l’oramai inseparabile Tullio Picciolini, presidente della Lega Navale di Ostia, sicuramente tra i migliori skipper di piccoli catamarani in Italia, che lo accompagna in questa sfida.

Sveglia alle 7:00, doccia (non conosceranno sapone per i prossimi 11 giorni) ed abbondante colazione terminata alle 8:30. Poi Biondina Nera è stata messa in acqua ed i due si sono allontanati, accompagnati dai gommoni dei giudici del WSSRC Isaf e dello staff, verso l’ile di Gorée, l’isola sita a 3km al largo di Dakar dove si trova la “casa degli schiavi”, il luogo dove sono transitati milioni di africani per essere portati da schiavi in America e che ora è patrimonio dell’Umanità e dell’Unesco.

Armati di randa e fiocco Matteo Miceli e Tullio Picciolini si sono diretti verso la linea di partenza posta tra il molo dell’isola ed una boa rossa posizionata al largo. Dopo una strambata, su Biondina Nera è stato issato il gennaker e con questo assetto Matteo e Tullio hanno passato la linea di partenza lasciandosi la boa rossa a dritta alle 9:32 GMT, con un mare calmo ed un vento sostenuto che variava tra i 15 e i 20 nodi.

In merito ai recenti avvenimenti relativi all’omologazione del tentativo di record da parte del WSSRC Isaf, si è espressa ieri mattina anche Chiara Zarlocco, presidente dello Yacht Club di Favignana per il quale gareggia Matteo Miceli. “Sono felice che tutto si sia risolto per il meglio anche grazie all’interessamento della FIV e alla duttilità dei rappresentanti del WSSRC Council dell’Isaf. Spero che Matteo riesca ad interpretare al meglio questa sua sfida e che riesca a riportare in Italia questo record estremamente difficile. A lui e a Tullio Picciolini il nostro Yacht Club manda un grande abbraccio e un immenso Buon Vento!”.

Attualmente Biondina Nera viaggia con prua 265° alla velocità di 12.4 nodi.

Tempo da battere: 11 giorni, 11 ore, 25 minuti e 42 secondi
Con SgsTracking si può seguire in diretta la traversata di Biondina Nera sul sito www.matteomiceli.com

Fonte: Ufficio Stampa Mediaspeed s.r.l.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>