“Vento di Sardegna” ancora vincitore nella ‘Roma per 2’

di Redazione Commenta

E’ la quarta volta che Andrea Mura e Guido Maisto, portacolori della Lombardini Marine, a bordo del 50’ “Vento di Sardegna” (progettato da Umberto Felci), conquistano la vittoria assoluta nella Roma per 2.
Hanno tagliato oggi il traguardo per primi alle ore 11.44.
Erano partiti domenica scorsa alle ore 11 da Riva di Traiano.
Solo 6 minuti dopo di loro, sono giunti i francesi Thierry Bouchard e Oliver Krauss, a bordo del classe 40’ “Mistral-Loisirs”.
Ma a stupire maggiormente per le sue prestazioni è stato forse il Felci 61’ degli armatori alto-atesini Gregor Stimpfl e Alberto Taddei che, impegnato nella Roma per Tutti (partito quindi domenica alle ore 12.30), ha concluso la regata a Riva di Traiano alle ore 12.16, solo un’ora dopo “Vento di Sardegna”.

“Hagar II” è quindi primo in tempo reale della Roma per Tutti, ma per conoscere il vincitore in tempo compensato bisogna aspettare l’arrivo di tutta la flotta.

Alle 13.35 è giunto a Riva di Traiano un altro classe 40’, “Calaluna”, portato da Mario Amati e Sam Manuard, che sono quindi terzi assoluti della Roma per 2. Il resto della flotta è atteso nel pomeriggio a Riva di Traiano.

Nella regata su percorso più breve (fino a Ventotene e ritorno per un totale di 220 miglia) è stato “Andromeda”, il Comet 51 sport dell’Associazione sportiva Trainingship, comandato da Alessandro Bertoldi e timonato dallo skipper Michele Vaccari e dal suo equipaggio, a tagliare per primo il traguardo di Riva di Traiano ieri alle ore 6.00 di mattina, primo in tempo reale della regata “Riva per Tutti”, impiegando 41 ore e mezzo per percorrere 220 miglia che separano Riva di Traiano-Ventotene-Riva di Traiano.

Dietro a lui “Striptease”, Tripp 40 di Riccardo Maria Serranò che è arrivato alle ore 10.52.
Poco dopo, alle ore 11.02, è stata la volta di “Saudade”, Hanse 370 di Alessandro Fiordiponti.
Alle ore 12.28 ha tagliato il traguardo, quarto, “Albarossa”, il piccolo Dufour 34’ della scuola di vela Granlasco, portata dallo skipper Fabrizio Parodi insieme all’equipaggio di allievi.
Quinto della regata “Riva per Tutti”, infine, “Baruffa”, Comet 50 di Luigi Corsaro.
Bisogna aspettare ora la classifica in tempo compensato per poter proclamare i vincitori. Numerose le imbarcazioni impegnate nella regata che si sono ritirate la notte scorsa, non tanto per il forte vento di Maestrale sui 20/25 nodi, ma soprattutto per le difficili condizioni di mare mosso. L’unica imbarcazione impegnata nella Riva per 2 (fino a Ventotene e ritorno a Rdt) che ha terminato il percorso è stata “Fieramosca”, NSX 42, portata dalla coppia tutta al femminile composta da Lucia Pozzo e Clelia Sanna, che sono quindi le vincitrici assolute della regata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>