Sabato la “Trans Lac en du 2010” sul Garda

di Redazione Commenta

Il Garda illuminato dalla luna piena e gli “argonauti” della “Trans Lac en du 2010” saranno in gara sabato 30 gennaio. Il via verrà ospitato, come sempre, sul lungolago della cittadina gardesana (ore 17), il pubblico a seguire le prime manovre. Poi nell’oscurità, le vele come ombre, gli equipaggi a fare rotta sul percorso Portese-Salò-Gardone, con “stop and go”, Maderno e arrivo finale illuminato dai bengala all’interno della marina della Canottieri Garda. Lo scorso anno fu bis a mani basse per l’equipaggio toscolanese composto da Matteo Giovanelli e Alberto Milini, impegnati a bordo di “Ayeeyah”. Meno di 4 ore per compiere l’intero percorso della prima “disfida velica” dell’anno sul lago di Garda.

Sprint con “sportellate” nell’ultimo tratto per aggiudicarsi la piazza d’onore andata con un arrivo millimetrico al veronese Max Tosi (prodiere Bernamonti) che ha preceduto, a sua volta, il team di casa Dondelli-Armellini. “Whisper” di Taddei-De Maldè, 4′ assoluto, primo dell’agguerrita pattuglia dei Protagonisti davanti ad “Anemos” dei velai bresciani Ferrari-Pedroni, “Yerba del Diablo” di Barzaghi – Folchini, “Baffun” di Curami-Dal Cin, “Geronimo” con Steven Borzani e Mario Maliverno che rappresentavano “Hyak Onlus”, il progetto di velaterapia dei reparti di Psichiatria dell’Ospedale di Desenzano-Gavardo e del Cps di Salò. Sabato prossimo, 30 gennaio, si festeggeranno i 119 anni di attività della gloriosa Canottieri Garda, polisportiva dell’acqua grazie alle sue squadre di canottaggio, canoa, nuoto e, ovviamente, vela. A riprendere la “Trans lac en du” ci saranno le telecamere di “Viva l’Italia Channel” (Sky 830) ed il programma “Blitz” dell’emittente bresciana Teletutto.