Acura Key West Race Week, IV Prova: Mascalzone latino terzo e secondo

di Redazione Commenta


Acura Key West Race Week, zona cesarini:
– 22 gennaio, IV° giorno di regate: Mascalzone terzo e secondo.
Barking Mad cade nell’errore però resta al vertice della classifica provvisoria.
Barking Mad, Mascalzone e Joe Fly sono radunati in 4 punti.

Oggi l’ultimo giorno di regate, sono previste due prove.
Per la serie il meglio arriva sempre alla fine, le ultime due regate di oggi saranno decisive per l’assegnazione del titolo di campione dell’ Acura Key West Race Week.
Dopo lo sfortunato scivolone di mercoledì, che aveva portato Mascalzone a perdere la testa della classifica, ieri l’equipaggio di Onorato ha concluso con due buoni piazzamenti: un terzo e un secondo.

Barking Mad di James Richardson, partito bene nella prima regata durante la quale è giunto secondo a pochi centimetri dai Mascalzoni, è sprofondato nella seconda prova all’ultima posizione. Joe Fly, pur regatando sempre nel primo terzo della flotta, si è dovuto accontentare di un quarto e un sesto posto.

La classifica vede dunque Barking Mad primo con 28 punti totali, Mascalzone ad un solo punto di distacco (29 totali) e Joe Fly con 32 punti. Ad appena dieci punti dal team di Maspero segue il quarto classificato, Plenty.
A bordo assieme a Vincenzo Onorato che come sempre è al timone, regatano Adrian Stead (tattico), Gerry Mitchell (randa), Daniele Fiaschi (trimmer), Marco Cornacchia (drizze), Adriano Figone (albero), Tim Burnell (navigatore), Davide Scarpa (prodiere) e Matteo Savelli (trimmer/navigatore), rientrato in equipaggio dopo l’uscita a causa dell’influenza di Roberta de Paoli Ambrosi, sostituita da Elena Frezza (jolly).

Le ultime due prove, decisive per i Mascalzoni, avranno inizio a partire dalle ore 10.30. Il meteo prevede sole e vento sui 12/15 nodi.

Marco Savelli (coach/sailmaker di Mascalzone Latino): “Domani (oggi n.d.r.), l’ultimo giorno, è quello in cui si deciderà tutto. Stiamo regatando all’80% delle nostre possibilità a causa di tutti i malori che hanno colpito l’equipaggio. La barca nuova va molto bene e abbiamo confermato che i nostri successi degli anni passati non erano solo legati al tipo di barca ma soprattutto al valore dell’equipaggio. Indipendentemente dalla barca utilizzata riusciamo ad ottenere buoni risultati.

www.mascalzonelatino.it