Partita la Fuxia Race!

di Redazione 664 views0

Spread the love


Il FUXIA ritorna in acqua: questa mattina alle ore 11 ha preso il via la 5° edizione della FUXIA RACE trofeo Challenger Rinaldo Gasparini. Spettacolo imperdibile con tutti i membri degli equipaggi che indossano la T-shirt fucsia con partenza unica per entrambi i percorsi nello specchio acqueo antistante il molo di levante del porto di Pesaro, alla volta della boa di Fano e ritorno a Pesaro dove finisce la regata costiera e continua quella d’altura con il percorso che tocca le piattaforme fuori dalla costa Basil e Daria di nuovo Fano con arrivo a Pesaro.

Grande soddisfazione del comitato organizzatore che ha visto un elevato numero di iscrizioni e livello tecnico dei partecipanti che ha sicuramente premiato l’innovativa decisione di proporre un ricco e inedito montepremi di 33.000,00 euro per i classificati.

La manifestazione, organizzata dall’Ass. The Fuxia Race assieme al Club Nautico e alla Compagnia della Vela Pesaro, in collaborazione con il Comune di Pesaro, Provincia di Pesaro e Urbino e Confindustria, è ormai diventata un appuntamento fisso per gli appassionati di vela di tutto l’ Adriatico con la volontà di tenere viva la memoria di Rinaldo Gasparini, storico armatore dei vari “Chica Boba” mantenendo fede alla sua filosofia di far vivere il mare e la vela al maggior numero di persone possibile.

Tra le più titolate imbarcazioni che prenderanno parte alla regata Magnum oltre ai gia annunciati ,Cori 53 Bartorelli-Moonshine dello skipper Pesarese Edoardo Zicarelli vincitore della edizione 2005, il Cookson 48 Hight 5 di Anteo Moroni fresco della brillante vittoria alla Civitanova Sebenico , il debuttante Cori 47 Europe Dos Uguales di Franco Girolimetti, il Cookson 50 Calypso V del Civitanovese Piero Paniccia recente vincitore della prestigiosa regata internazionale d’altura 500X2, il glorioso Luffe 53 Fanatic timonato dal giovane Lignanese Enrico Biagini,il Felci 80 Ikaika portata per l’occasione dallo Svizzero Bruno Cardile,lo Swan 60 kiwi dei capitani d’industria Anconetani Mario Pesaresi e Giuliano Mosconi , il 36 Emitoo del Ravennate Pieralberto Setti , il Millenium 40 Sayonara del velaio triestino Bertocchi.

Due figli al timone, con Giovanni Gasparini sulla barca Chica Boba del padre Rinaldo e Ivan Gardini al timone del Naif , la prima barca da regata del padre Raul. Fra tanto fuxia non può certo mancare anche l’equipaggio interamente femminile sul Chica Magnum capitanato dal comandante Michele Cinquepalmi .

Nella regata costiera Chica al momento grande battaglia annunciata tra le più piccole ma non meno competitive Magoo del Riminese Daniele Mazzotti che corre per i colori dei Vigili del Fuoco ,Brasil portacolori brasiliana di Gerson e Nera del velaio Riminese Daniele Belluzzi, l’anconetana Megapeste del chirurgo anconetano Guido Muzzi che cerca il colpaccio e il Dufour 34 dell’imprenditore anconetano Renato Pesaresi.

Pesaro, vera festa della vela, dove oltre tante barche moderne e competitive sarà presente in mare anche una barca da regata oggi d’epoca, esemplare unico in Adriatico, realizzata nel ’59 tutta in teak e mogano per i campionati del mondo del Royal Club Inglese, la gloriosa Javelin, il dragone tenuto ancora vivo dal dott. Edo Lisotti.

Tutte le Imbarcazioni con grande senso di sportiva competitività promettono un’ imperdibile spettacolo fruibile per gran parte della regata anche da terra ma c’è un’ altra novità in questa edizione con una motonave messa a disposizione dall’organizzazione per ospiti e per la stampa per la quale hanno gia dato l’adesione importanti vip e industriali amici e non di Rinaldo Gasparini attratti dal preannunciato spettacolo tra cui Silvia MAncini della ditta Arturo Mancini, Silvia Pellegrino della Nord Est Group, Andrea Pierantoni della ditta Pierantoni,Renzoni della Rema Tarlazzi.

La manifestazione si concluderà domenica 13 luglio alle ore 20 con la premiazione e la grande festa con cena organizzata presso il Club Nautico di Pesaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>