Spread the love


E’ una Carla Fracci sorridente e vestita di bianco come i fiori di uno dei profumi a lei dedicato quella che sabato 19 aprile ha visitato il Fano Yacht Festival allestito al Porto Turistico Marina dei Cesari. “Fano è una bella città –ha esordito la famosa ballerina- ha un bel teatro e mi ha accolto con affetto, simpatia e grande entusiasmo. E’ stata un’emozione vedere che le bambine delle scuole di danza hanno ancora Carla Fracci come punto di riferimento, testimonianza importante non solo a livello personale ma anche per la danza”.

Ad accogliere Carla Fracci sono stati il Presidente del Fano Yacht Festival Alberto Rossi ed il Comandante della Capitaneria di Porto di Fano Giuseppe Semeraro; la ballerina ha visitato prima alcuni stand e poi un’imbarcazione del cantiere navale Benetti. Della sua linea di profumi, presentata nella sede fanese della Profumeria Taussi, la Fracci ha detto: “Si sa che le donne sono ambiziose e questi profumi, dedicati ai personaggi da me interpretati, accontentano un po’ tutte… del resto le essenze fanno bene non solo al corpo ma anche allo spirito”. Colpita dall’accoglienza che la città le ha riservato prima di ripartire alla volta di Roma dove vive e lavora, la Fracci ha espresso infine il desiderio di tornare a visitare Fano ancora una volta.

Intanto continua a gonfie vele la manifestazione che ha visto un sabato soleggiato e una grande affluenza di visitatori. Ottimi affari anche per diversi cantieri per i quali il Festival rappresenta la vetrina ideale per far conoscere le ultime novità.

Si è parlato di meteorologia e di previsioni sullo stato del mare nel convegno organizzato dallo Stato Maggiore dell’Aereonautica nella terza giornata del Fano Yacht Festival – il Salone Nautico dell’Adriatico. Presenti il Colonnello Massimo Morico della Marina Militare, noto volto televisivo di Rai 1, e Costante De Simone, Direttore del Servizio Meteorologico – Centro Meteorologico Nazionale, i quali hanno analizzato le principali innovazioni nel servizio di previsione dello stato del mare.

In particolare sono stati analizzati i fattori che influenzano i moti del mare: le maree, le onde, i venti, le correnti ed i solitoni, più comunemente chiamati maremoto o tsunami. Grazie ad un nuovo sistema di previsione, chiamato modello atmosferico COSMO, insieme a complesse equazioni elaborate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, è possibile descrivere le condizioni meteo fino a 3 giorni con grande accuratezza.

Si è poi parlato di materiali e tecnologie eco-compatibili nella tavola rotonda organizzata da AS.PRO.NA.DI., con particolare attenzione ai materiali di costruzione. Questi infatti possono dividersi, come spiegato da Elena Lenzi, segretario generale di AS.PRO.NA.DI. in due categorie: quelli eco-sostenibili, la cui lavorazione non ha ricadute sulla natura, e quelli alternativi o riciclati. L’utilizzo di questi materiali comporta un costo iniziale più rilevante, ma fornisce un risparmio economico nel futuro, per un prodotto finale che dura nel tempo.

Le prospettive di sviluppo del marketing nautico sono poi state al centro del convegno organizzato da Fano Yacht Festival e Consorzio Navale Marchigiano, nel quale il senior editor della rivista Nautica Lucio Petrone ha fatto notare la necessità di accrescere il mercato delle piccole imbarcazioni, a fronte di un business già avviato per le barche di 40m.

“Da quando alle Regioni –ha affermato Petrone- sono state assegnate le competenze in materia di demanio e turismo, sono questi enti che dovrebbero condurre studi sulla realtà nautica per presentare allo Stato le necessità del settore”. Dall’altra parte c’è un forte interesse delle realtà aziendali verso la formazione e la capacità di innovazione, dal momento che gli imprenditori hanno dimostrato attenzione allo sviluppo delle capacità manageriali, alle novità del mercato, alle tecniche di marketing e soprattutto alla soddisfazione del cliente.

“E’ necessario lavorare per educare le persone a conoscere le ricchezze di cui disponiamo e la fragilità delle stesse; il mare è fragile, i fiumi sono fragili, l’atmosfera è fragile”. E’ questo invece il messaggio forte lanciato da Enzo Frulla, il presidente della sezione di Pesaro di Legambiente Marche, nel corso della tavola rotonda “Amare l’Adriatico”, svoltosi venerdì 18 aprile nell’ambito della IV edizione di Fano Yacht Festival. “Anche le strutture turistiche –ha continuato Frulla- hanno grandi possibilità e responsabilità educative diffondendo i concetti di tutela del mare, per evitare talvolta il verificarsi di tragedie oltre che di danni ambientali come l’uso sconsiderato di natanti di vario genere quali motoscafi e moto d’acqua”.

Nello specifico, l’area settentrionale e centrale dell’Adriatico è alle prese con una situazione ambientale che necessita di una attenzione particolare e di azioni che permettano di poter salvaguardare la prospettiva di un territorio e di una risorsa marina di qualità. A fare un quadro delle attività di Legambiente è stato poi Luigi Rambelli Presidente di Legambiente Turismo, associazione nata per migliorare la vivibilità di città e territorio, attraverso la tutela del paesaggio, della cultura, delle tradizioni e della storia.

Katia Le Donne dell’Ufficio Scientifico di Legambiente Nazionale ha infine presentato il progetto “Goletta Verde”, la campagna sul monitoraggio delle acque di balneazione, che comprende: informazioni sullo stato di salute delle acque, lotta agli abusi edilizi e agli scarichi di sostanze inquinanti, incentivazione di un turismo sostenibile, e la promozione delle Aree Marine Protette. Il messaggio forte trasmesso da questa tavola rotonda è quello che vede il mare come patrimonio naturale da amare ma anche da salvare.

Sul fronte sportivo gli eventi sono stati rilevanti con le prove del campionato italiano endurance di moto d’acqua e ed i test degli offshore in vista della minigara di domani alle 16.00. La giornata di oggi sarà ancora caratterizzata da eventi in mare, già alle 12.30 tutti i visitatori potranno ammirare l’esibizione di volo acrobatico dei piloti di Yakitalia, mentre alle 14.30 Francesco Furiassi, Kayak recordman, presenterà il suo programma di record mondiale 2008. Per finire alle 16.00 il Fanum Fortunae Sailing Team presenterà “Minitransat 2009. Il sogno, il progetto, l’avventura”, progetto che consiste nel portare i colori della città della Fortuna lungo le rotte dell’Atlantico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>