Platu25, resoconto della seconda giornata del Campionato Invernale 2008 di Palermo

di Redazione Commenta


Domenica si aspetta un po’ nel Campionato organizzato dal CUS Palermo, poi la brezza si distende bene. Si forza la prima partenza e 4 barche sono fuori. Tra queste Brera Hotel che, rientrato dagli estremi, fatica a recuperare. Forse Banca Nuova perde di vista il suo diretto avversario perché è tallonata senza sosta dai messinesi di Irritante e da Gibam Shops e Malanoche. Brera recupera metro su metro ed all’ultimo bordo di poppa si appresta al colpo gobbo. A 50 metri dall’arrivo Banca Nuova ha un margine minimo. Le due barche piombano insieme sul traguardo ma a Banca Nuova si sgonfia lo spinnaker quanto basta per cedere la prima posizione ad Alberto Wolleb. Subito dietro Irritante.

La seconda partenza è condotta da tutti in maniera più attenta. In questa prova Brera Hotels esce bene dal gruppo e controlla la regata fin dall’inizio. Arriverà primo con un minuto e mezo di vantaggio su Banca Nuova che deve rintuzzare gli attacchi di Riccardo Turco e Fabio Tulone, nonché degli irriducibili messinesi di Irritante.

Nella terza ed ultima prova della giornata nuovamente il gruppo forza la partenza. Ne fanno le spese nuovamente Brera Hotels, Cuscus, timonata stavolta da Eugenio Lopez, ed Adrenalina con equipaggio completamente femminile, a meno del timoniere Maurizio Mongiovì. Stavolta Banca Nuova è attenta a capitalizzare il vantaggio e conduce senza alcuna sbavatura fino all’arrivo. Brera intanto rimonta il gruppo e si piazza alle sue spalle. Il Campionato vive del duello tra Brera Hotels e Banca Nuova ma anche Reginetta, Irritante e Gibam dimostrano ottimi spunti. Ha anche ben figurato il duo (padre e figlio) Cortegiani su Giuggiola. Devono solo rodare bene l’equipaggio per ritrovarsi agevolmente tra i primi.

In classifica generale in testa Banca Nuova seguita da Reginetta. Per il resto tutto è praticamente azzerato. A causa di molti mancati rinnovi dei tesseramenti, quasi tutti gli equipaggi sono appaiati dalle squalifiche. Considerato l’alto numero delle prove che normalmente si corrono sul campo di gara di Palermo tutto verrà sicuramente ripianato dal gioco degli scarti, ma nessuno si potrà permettere più ulteriori passi falsi. Questa strana condizione di classifica rimette in gioco il forte equipaggio catanese di Marco Calì e quello siracusano che fa capo al laserista Vincenzo Minniti, costretto suo malgrado a terra poiché la nuova imbarcazione non gli è stata consegnata in tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>