Conto alla rovescia per la prima Transatlantic Maxi Yacht Rolex Cup

di Redazione Commenta


Mancano soltanto dieci giorni al via della prima edizione della “Transatlantic Maxi Yacht Rolex Cup” che vedrà, sotto l’organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda, nove magnifici scafi a vela attraversare l’oceano Atlantico con partenza dalle Isole Canarie il giorno 26 novembre 2007. La flotta dei partecipanti, dopo un percorso lungo oltre 3.000 miglia, raggiungerà l’isola di Sint Maarten presumibilmente nella prima decade del mese di dicembre. Il tempo stimato, infatti, per la traversata dovrebbe essere di circa dieci giorni, meteo permettendo. In questi giorni il porto Santa Cruz di Tenerife sta accogliendo gli equipaggi iscritti alla regata, sotto l’attenta regia, oltre del Club organizzatore, del Real Club Nautico di Tenerife che collabora con lo YCCS per la migliore riuscita di quella che viene considerata la prima, importante manifestazione di flotta con grandi scafi a vela.

Gli armatori partecipanti rappresentano ben sette diverse nazioni (Barbados, Canada, Germania, Gran Bretagna, Monaco, Norvegia e Italia) e regateranno sotto l’egida dell’IMA e, naturalmente, con l’assistenza in loco del St. Maarten Yacht Club cui è stata affidata la collaborazione per quanto riguarda la parte finale e conclusiva della regata atlantica. In questa isola, pertanto, proprio il giorno 14 di dicembre è prevista la cerimonia di premiazione con l’assegnazione dei premi della Rolex che, come è noto all’ambiente della vela, da oltre venti anni non solo collabora con lo Yacht Club Costa Smeralda ma è impegnata a sostenere, come main sponsor, le più importanti manifestazioni a vela internazionali.

Il periodo scelto per questa regata è particolarmente favorevole in quanto il mese di novembre, come sanno tutti gli appassionati dello sport della vela, vede quasi sempre la presenza nell’oceano di una costanza di venti da est verso ovest che dovrebbe facilitare la navigazione dei partecipanti.
Gli scafi iscritti alla Transatlantica rappresentano le più moderne tecnologie e avranno a bordo i migliori velisti che, oggi, sono impegnati nelle grandi manifestazioni veliche mondiali. Alla partenza, quindi, nove magnifici maxi yacht: dal più lungo scafo di 35 metri “Sojana” del britannico Peter Harrison al più piccolo “Blue Pearl” con a bordo lo skipper Anders Johnson. Saranno al via anche gli italiani di “Fado” con Marcello Iacuzzi , i tedeschi di “Julie Marie”, i norvegesi di “Nariida” dell’armatore Morten Bergesen, il monegasco Andrè Auberton su “Dark Shadow”, l’altro equipaggio britannico di “Hamilton 2”, il canadese Will Apold su “Valkyrie”e gli uomini di “Zefiro” con l’armatore Gerhard Ruether delle Barbados.

La “Transatlantic Maxi Yacht Rolex Cup”, infine, creata dall’IMA e dallo Yacht Club Costa Smeralda, è la giusta risposta alle richieste degli armatori dei grandi scafi a vela che , in autunno, dopo aver trascorso parte dell’anno nei mari del Vecchio Continente, si trasferiscono verso i Caraibi per lasciarsi alle spalle la stagione invernale ed andare, invece, incontro ad acque più calde.

“La Transatlantica – ha dichiarato il Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda Comandante Gianfranco Alberini – chiude di fatto il lungo calendario velico del nostro Club per il corrente anno che ha visto, nelle acque di Porto Cervo, lo svolgersi di alcune tra le manifestazioni veliche più importanti del panorama velico internazionale. E’ stato, pertanto, il 2007 un anno particolarmente interessante ed impegnativo anche perché lo Yacht Club Costa Smeralda ha compiuto quaranta anni di vita e sono state diverse le manifestazioni per questo suo quarantennale che si conclude, appunto, con questa regata oceanica che porterà l’immagine del Club e della Sardegna lontano dalle nostre acque così come auspicato dal fondatore e attuale presidente dello YCCS, S.A. il Principe Aga Khan.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>