Nuovo codice nautica 2017, cosa è cambiato

di Valentina Cervelli Commenta

Se ne discusso tanto e finalmente il nuovo codice della nautica 2017 è divenuto realtà. Vediamo cosa cambia in queste nuove regolamentazioni frutto del lavoro di Ucina Confindustria Nautica e tutti i suoi partners. Il via libera del Consiglio dei Ministri ha reso legge 34 sulle 54 modifiche richieste.

Tra le prime novità che è possibile notare immediatamente vi è il Registro Telematico della Nautica, che diventerà realtà entro sei mesi: un server che raccoglierà le informazioni relative alle imbarcazioni e le metterà a disposizione in caso di necessità proprio come accade per le automobili. Al suo interno verrà aggiornato lo status delle barche come armatore, residenza, cambio di proprietà.

E vi sono novità anche per ciò che concerne la patente nautica. Per prima cosa è stata modificata dal Parlamento la norma che voleva la possibilità di conseguire la patente nautica senza sostenere l’esame per chi faceva parte delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco. Per ovvie ragioni di sicurezza questo non sarà più possibile. Solo chi svolge effettivo servizio nautico potrà ricevere la patente senza esami.

Va detto, alcune norme necessitano ancora di qualche smussatura, ma i cambiamenti apportati sono più che interessanti. Quindi se ci si chiede quando entrerà in vigore il nuovo codice della nautica 2017 bisogna ricordare che l’approvazione del testo equivale al superamento dei primi scogli. E’ importante infatti verificarne alcune parti e regolarizzarne altre, dove l’esempio più diretto è quello della sistemazione della norma che regola la figura professionale dell’istruttore di vela. Una buona previsione? Sei mesi circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>