Benetti vende un FB276 ad un armatore tedesco

di Valentina Cervelli Commenta

Ancora un buon colpo per il cantiere Benetti: l’azienda ha infatti appena venduto un ottimo FB276 ad un armatore tedesco: un’incredibile imbarcazione di lusso ed all’avanguardia dal punto di vista tecnico che merita di essere sfruttata al 100%.

Il Benetti FB276 è uno yacht dallo scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio caratterizzato dal linee esterne frutto della collaborazione di Benetti con lo studio Giorgio M. Cassetta Design. Gli interni, altrettanto incredibili, sono stati curati dallo studio Bannenberg & Rowell per creare un design che accompagnasse perfettamente lo scafo. FB276 è essenzialmente uno yacht moderno nella quale la vivibilità di bordo viene portata all’estremo grazie all’ottimizzazione più completa degli spazi interni. Parlare di questa imbarcazione di lusso in pratica è come parlare di un appartamento di 162 metri quadri ma “costruito” in mare.

E’ infatti possibile contare su una cabina armatoriale con ampie vetrate su tre lati, due bagni, cabine armadio, zona living separata con sofà e televisione. L’ambiente è collegato con un pozzetto di prua unito a una terrazza di prua di 55 mq con helipad touch and go. Come ha spiegato il direttore generale del cantiere Benetti Christos Ramnialis:

Questo è sicuramente il risultato della qualità dei nostri prodotti riconosciuta a livello mondiale e della nostra solidità finanziaria consolidata, che ha permesso a Benetti di acquisire la fiducia dei clienti di tutti i segmenti di mercato e aree geografiche.

Insomma, un lavoro davvero importante che ha dato modo ai decoratori degli interni di giocare il più possibile e di puntare sui layout asimmetrici visibili particolarmente nella parte del beach club, ruotato di circa 30 gradi dal centro per rivelare nuovi punti di osservazione del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>