Nizza, in fiamme il superyacht If Only

di Valentina Cervelli Commenta

Tanta paura al largo di Nizza, ma fortunatamente nessuna conseguenza per tutte le persone che erano a bordo di If Only, il superyacht di proprietà della nota imprenditrice italiana Diana Bracco.

Al momento ancora non sono chiare le motivazioni per le quali l’imbarcazione abbia preso fuoco: Sì sospetta che possa essere stato un corto circuito avvenuto in sala macchine e che si è poi propagato molto velocemente per tutto lo scafo, spaventando sia i sette passeggeri che i 4 membri dell’equipaggio presenti. La colonna di fumo che si è alzata dal superyacht è stata vista  dalla torre di controllo del vicino aeroporto di Nizza i cui addetti, fortunatamente, hanno pensato di dare immediatamente l’allarme allertando in questo modo la Capitaneria francese che è potuta intervenire in breve tempo. Le forze dell’ordine sono giunte sul posto ed hanno tratto in salvo tutte le persone che erano sulla barca. Solo un membro dell’equipaggio è stato ricoverato con una leggera intossicazione da fumo perché ha tentato di intervenire per domare l’incendio.

If Only è stato costruito nel 1974 dalla società Feadship, uno dei più noti cantieri olandesi. Esso è in acciaio con sovrastruttura in alluminio: lungo 39 metri era in grado di ospitare al suo interno 9 membri dell’equipaggio e 8 passeggeri. Onde evitare che la colonna di fumo potesse creare problemi al traffico aereo francese data la sua vicinanza all’aeroporto di Nizza lo yacht stato rimorchiato al largo e messo in sicurezza per evitare che un suo possibile affondamento potesse creare dei danni ambientali gravi.

È un vero peccato che una simile imbarcazione sia andata distrutta a causa di un incidente simile: l’importante è comunque che nessuno si sia fatto male.

Photo Credit | Sophia Pennazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>